Nasce “Pedemontani in movimento” La piattaforma dedicata al Comune

presentazione Sito Web

Lanciato il nuovo sito www.pedemontaninmovimento.it: la piattaforma interattiva interamente dedicata al Comune Piedimonte San Germano.

L’ambizione del MeetUp locale, che corre alle prossime elezioni comunali con la candidata a sindaco Rosa Maiuccaro, è quella di coinvolgere tutti i cittadini: “Essere un punto di contatto che favorisca l’ascolto, l’interazione e la partecipazione affinché tutti possano esprimere idee e proposte”.

Il battesimo è avvenuto domenica in piazza Municipio, presenti oltre agli attivisti del MeetUp locale anche il consigliere comunale e portavoce del Movimento 5 Stelle di Sora, Fabrizio Pintori, e il Parlamentare Luca Frusone. “È un’iniziativa – ha detto Frusone – in linea con i principi del Movimento della democrazia diretta e della trasparenza”. “Il web è il più grande strumento di partecipazione democratica a disposizione”, ha spiegato Maiuccaro.

 

Antonio Renzi su Ciociaria Oggi dell’28 marzo

 

Il MeetUp ai nastri di partenza: ufficializzata la candidatura a Sindaco di Rosa Maiuccaro

Il MeetUp di Piedimonte San Germano ha scelto il proprio portavoce: Rosa Maiuccaro è la candidata Sindaco alle prossime elezioni comunali. Laureata in Giornalismo e Cinematografia alla Kingston University di Londra, a soli 25 anni è riuscita ad ottenere il consenso unanime degli attivisti pentastellati. La giovane candidata si inserisce a sorpresa nella sfida che finora conta tra i protagonisti il dott. Ettore Urbano e l’avvocato Gioacchino Ferdinandi. Al lavoro come freelance per i gruppi editori Condé Nast, Mondadori e Cairo Editore, ha alternato le esperienze da volontaria nell’ambito dei progetti di mobilità europea. Viaggi e incontri che ne hanno costantemente arricchito il bagaglio umano e professionale. Lo stallo politico-amministrativo che vive la comunità di Piedimonte San Germano, in cui è nata e cresciuta, l’hanno convinta ad impegnarsi per favorire un cambiamento partendo dal coinvolgimento degli stessi concittadini. Elettrice del Movimento 5 Stelle fin dalla sua nascita, Rosa ha trovato nel MeetUp di Piedimonte un gruppo di attivisti onesti e caparbi con cui ha immediatamente condiviso idee, passione e obiettivi. Attenta e sensibile alle esigenze dei più deboli, questa aitante candidata si contraddistingue per un indubbio senso pratico e grandi doti organizzative. Un’aspirante prima cittadina giovane e, di conseguenza, con lo sguardo rivolto a quelle generazioni che più di ogni altro stanno pagando lo scotto di scelte politiche ed economiche pregresse e che potrebbero essere il punto di partenza per un futuro diverso. Seguendo i diktat del Movimento 5 Stelle, la candidatura di Rosa Maiuccaro è emersa dopo mesi di incontri e giorni di dibattito interno. Il tutto per arrivare alla serata di domenica quando gli utenti di Facebook hanno potuto assistere alla diretta streaming del MeetUp “Pedemontani in Movimento” e di fatto al consenso all’unanimità ricevuto dalla la giovane giornalista. La trasparenza è sicuramente lo strumento che, da sempre, caratterizza il Movimento; nessuna candidatura calata dall’alto, ma solamente decisioni condivise all’intero del gruppo di attivisti. «Ringrazio tutti gli attivisti – ha esordito la candidata Sindaco Rosa Maiuccaro – cercherò di onorare con impegno questa grande opportunità che mi è stata concessa. Non sarò una leader ma una rappresentate dei voleri e degli ideali di tutti». La scelta degli altri componenti della lista (12 per l’esattezza) è subordinata ai principi del Movimento 5 Stelle: onestà, fedina penale pulita, liste precluse ai “voltagabbana” o agli infiltrati dell’ultima ora. Al fianco della candidata Sindaco Maiuccaro altre professionisti di settore: avvocati, ingegneri, commercianti, informatici e studenti. In questi mesi gli attivisti hanno lavorato sodo anche alla stesura del programma elettorale, che si attiene ovviamente alle 5 stelle della Carta di Firenze lanciata nel 2009 dal Movimento fondato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio: ambiente, acqua pubblica, trasporti, sviluppo ed energia. Dopo il successo dei banchetti informativi organizzati in varie zone di Piedimonte, domenica 12 marzo gli attivisti inaugureranno una serie di eventi anticipati da un’agorà sul tema dei rifiuti che si terrà in piazza Municipio a partire dalle ore 11. Tra i presenti anche il consigliere regionale portavoce del M5S Lazio, David Porrello.

(Giuseppe Antonelli su L’Inchiesta del 7 marzo 2017)

 

La giunta del Movimento 5 Stelle di Pomezia incontra i Meet Up di Piedimonte San Germano, Frosinone e Acerra.

Nella giornata di sabato 18 febbraio la giunta del Movimento 5 Stelle di Pomezia ha incontrato i Meet Up di Piedimonte San Germano, Frosinone e Acerra. In vista delle prossime elezioni amministrative la consigliera regionale Valentina Corrado e quelli comunali Giuseppe Raspa, Salvatore Pignalosa, Gianfranco Petriachi e Dario Vitiello hanno illustrato ai presenti il percorso che li ha portati al governo del comune dell’Agro Romano.

Partendo da un debito pubblico pari a oltre 220 milioni di euro, da una raccolta differenziata organizzata in modo disastroso e un evidente stato di degrado, ereditati dalle precedenti amministrazioni, la squadra capitanata da Fabio Fucci si è contraddistinta per l’impegno, la serietà e l’efficienza. Il gruppo, concreto e più che affiatato, ha ripercorso la singolare campagna elettorale caratterizzata da una costante presenza sul territorio che nel 2013 gli ha garantito oltre 17.000 preferenze. 

“Porre al centro la territorialità e abituare gli elettori a preoccuparsi per il bene della comunità”, questi gli obiettivi primari che hanno sottolineato a più riprese gli esemplari pentastellati.

“La diversità non va decantata ma dimostrata giorno per giorno. Così come l’assenza di personalismi e di prevaricazione”. 

Questi i consigli più ricorrenti all’indirizzo di chi si cimenterà per la prima volta con una campagna elettorale ma che sia chiaro: il concetto di cittadinanza attiva non equivale a quello di anarchia. Il miglioramento delle condizioni della città ha coinciso con un processo di responsabilizzazione dei cittadini che hanno cominciato ad agire in prima persona pur guidati da un team di gente onesta e competente.

Nonostante la pressione mediatica quella di Pomezia è tutt’ora considerata un fiore all’occhiello delle amministrazioni a 5 stelle. L’incontro di sabato è stato solo l’ultimo dei 250 che si sono tenuti a Pomezia e che rappresentano un’importante opportunità di confronto tra uno dei governi a 5 stelle più collaudati e gli attivisti più giovani.

Al momento il Meet Up di Piedimonte San Germano è a lavoro sulla lista di candidati che presenterà alle prossime elezioni comunali, quella che si augura venga presto certificata dalla base del Movimento 5 Stelle e a cui si spera molti pedemontani sceglieranno di dare fiducia. Il team sarà composto da persone prima di tutto oneste, senza precedenti penali, talvolta giovani laureandi o laureati di talento, altre professionisti di lungo corso specializzati in vari settori. In ogni caso cittadini capaci, responsabili e incorruttibili.

Vietato arrendersi al lento processo di degrado a cui in molti sembrano essersi abituati: vietato rimanere indifferenti. Sarebbe bello che i tanti giovani originari di Piedimonte che quotidianamente ci rendono orgogliosi del loro operato in varie parti d’Italia, o addirittura all’estero, tornassero a trovarci con entusiasmo e non con rassegnazione. Per quelli che, per scelta o necessità, decidono invece di rimanere con noi, l’augurio è che possano affrontare i problemi della comunità partecipando attivamente alla loro risoluzione. Alle loro famiglie, agli adulti, ai pensionati, chiediamo lo stesso sforzo.

Ognuno contribuirà sulla base delle proprie competenze alla stesura di un programma basato su cinque punti essenziali: acqua pubblica, energia, rispetto per l’ambiente, trasporti e sviluppo. Coraggio e a riveder le stelle!

Il Meet Up di Piedimonte San Germano

 

Continuano senza sosta i banchetti organizzati dagli attivisti del MeetUp

Dopo il successo di domenica nella mattinata di ieri gli attivisti pentastellati hanno promosso una nuova iniziativa che ha catalizzato l’interesse di molti cittadini. Gli attivisti hanno informato, distribuito volantini ed interloquito coi passanti. Nel frattempo gli attivisti del MeetUp – “Pedemontani in Movimento” hanno anche stilato un manifesto programmatico per una “Piedimonte a Cinque Stelle” nel quale si legge che:

” I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi: possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o facilitare l’attività degli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l’acqua o mantenerla sotto il loro controllo.”

Dai Comuni a 5 stelle si deve ripartire a fare politica con le liste civiche per acqua, ambiente, trasporti, sviluppo ed energia. 

Gli attivisti del locale MeetUp mettono in evidenza 10 punti: 

  1. acqua pubblica, 
  2. gestione efficiente della raccolta differenziata,
  3. politiche sociali, 
  4. espansione del verde urbano, 
  5. lotta alla disoccupazione, 
  6. migliorare la viabilità e la sicurezza stradale, 
  7. connettività gratuita per i residenti nel Comune, 
  8. sostegno dello sport e dei suoi valori, 
  9. riduzione dei consumi energetici delle infrastrutture pubbliche,
  10. riutilizzo dei locali comunali”. 

«Ricostruisci il sistema; il Paese sei tu!» 

Ogni domenica e martedì banchetti in piazza con i pentastellati.